Obiettivi e finalità

Le finalità dell’associazione
Anche noi, nel nostro statuto, ci siamo lasciati prendere da una delle “malattie” del secolo: quella di usare troppe parole ma, in sintesi, la finalità che ci siamo posti è quella
di crescere insieme verso un benessere vero, reale e collettivo:
Vero: che corrisponde alle vere esigenze dell’uomo;
Reale: che concretamente c’è, si sente, si vede, si tocca;
Collettivo: che può essere solo ricercato e raggiunto insieme.
Intendiamo realizzare ciò seguendo una strada che seppur ardua, crediamo (e non siamo gli unici) sia l’unica possibile: conoscere profondamente se stessi, l’altro e l’ambiente, imparando a prenderci cura di queste tre realtà in modo consapevole.
Questo perché ci sembra che le agenzie educative preposte al compito facciano fatica a porselo e ad assolverlo. Mi permetto questa affermazione, cosciente di essere parte in causa perché come madre e insegnante, sebbene da anni sia in ricerca in questa direzione, mi sento poco preparata per trasmettere l’enorme valore di alcuni “elementi essenziali” per la vita. Elementi ricevuti gratuitamente e praticamente sottostimati se non ignorati. Nessuno ne fa la pubblicità, perché nessuno ha interessi economici a riguardo, ma quale enorme guadagno ne ricaveremmo tutti se ne riscoprissimo il vero valore e li trattassimo con l’attenzione e la cura necessarie?
Ne citerò alcuni:
- Il corpo: organismo meraviglioso che nessuna macchina prodotta dall’uomo riuscirà mai ad imitare alla perfezione nella sua apparente semplicità e mirabile complessità. Con tutte le conoscenze che abbiamo oggi su come nutrirlo, trattarlo e conservarlo in salute, continuiamo a danneggiarlo con le nostre abitudini scorrette (scarso consumo di frutta e verdura, troppi cibi raffinati, trattati, elaborati, ecc)
- La mente: facoltà eccezionale dalle potenzialità straordinarie, da sempre poco utilizzata, preda dei suoi automatismi, abbandonata a se stessa nella ricezione continua di messaggi e informazioni contraddittorie, pensieri ingombranti, tv crea-dipendenti, oggi quasi definitivamente sostituita da marchingegni eccezionali a loro volta, pur troppo abusati.
- Il sé interiore: entità complessa di tutto ciò che percepiamo dentro a livello emozionale, sentimentale, spirituale, ignorato per tanti motivi, spesso per paura, ridotto al silenzio, comunque sconosciuto nelle sue potenzialità.
- L’energia vitale: ciò che fa si che un seme possa evolvere in un magnifico albero e nel caso umano svilupparsi in quella persona straordinaria che ciascuno di noi è e può diventare, se “solo” trova le condizioni per mettere a frutto le sue potenzialità e non si stanca di tentare.
- L’altro: dal più vicino al più lontano, ogni essere umano, come ci insegnano i grandi trattati così come ci dice il cuore, ha diritto ad una vita dignitosa e al rispetto. La vita è stretta interdipendenza tra esseri.
Ci sono poi, i quattro elementi fondamentali del pianeta terra: aria, acqua, terra, fuoco. Elementi indispensabili alla vita dei quali non possiamo assolutamente fare a meno: basta l’assenza di tre minuti di aria, di tre giorni d’acqua e poco più degli altri per ché la vita si annulli. Eppure quando e quanto aiutiamo i bambini a capirne la necessità e l’importanza? Che uso ne facciamo? Quanto li inquiniamo con tutto ciò che crediamo crei benessere?(super-riscaldamento, super-alimentazione, super-produzione, ecc.)
Tutti elementi preziosissimi, patrimonio universale, ai quali dedichiamo pochissima attenzione, ma se riusciamo ad aprire spazi mentali per avviare una conoscenza più vera e profonda, tutto il resto piano piano si relativizza, fino al punto che persino vivere con un solo stipendio ridiventa concepibile, riacquistando un tempo familiare importantissimo per l’educazione dei figli; stupenda avventura evolutiva per noi e per loro, ovvero il più grande investimento che ogni famiglia e il mondo possono fare per un futuro migliore.
Davanti a questi grandi temi, cercando di mantenere lì la nostra attenzione, abbiamo cominciato a seminare, per tracciare strade alternative e costruire soprattutto insieme ai bambini, più puri e liberi di noi, stili di vita più sobri e consapevoli.
Coscienti di cadere ancora in tante contraddizioni, ma anche di aver creato un nucleo per possibili coesioni, presentiamo i nostri piccoli-grandi esperimenti: la ristrutturazione della cascina; il progetto BIOSOL: agricoltura, orticoltura e apicoltura “biologica”; i Campi estivi e le visite scolastiche; il cammino sull’educazione; le gite in bicicletta; il recupero di alimenti scartati, di materiali, oggetti ed elettrodomestici dismessi; i laboratori di riciclaggio; il punto vendita Gira e Rigira; i mercatini; le domeniche in cascina e via dicendo…